Concimare l'Oliveto
Una breve guida

U.N.A.P.OL.

Concimare l’oliveto riveste una certa importanza fra tutte le attività dedicate alla cura dell’olivo: una concimazione attenta e ben gestita può apportare sicuri benefici sia in termini di quantità che di qualità nella produzione di olive.
Per questo vogliamo condividere questa nostra breve guida alla concimazione dell’oliveto.

Di cosa ha bisogno l’olivo?
L’olivo è una pianta che apprezza i terreni ben dotati di sostanza organica. Con la concimazione si vanno a fornire elementi essenziali quali azoto, fosforo e potassio.
L’azoto è fondamentale per lo sviluppo vegetativo della pianta – stimola la fotosintesi e la moltiplicazione cellulare, contribuisce alla fioritura e alla fruttificazione e a rendere la pianta più resistente agli attacchi dei parassiti; il fosforo svolge un ruolo importante per la fruttificazione, il germogliamento e lo sviluppo radicale; il potassio rende la pianta più resistente rispetto agli attacchi di alcune malattie e agli sbalzi di temperatura.
A questi elementi fondamentali vanno anche aggiunti il calcio, che favorisce la lignificazione dei germogli e garantisce una buona consistenza delle olive, il magnesio, che è coinvolto nella fotosintesi clorofilliana, lo zolfo che è un costituente di alcuni amminoacidi, e altri micronutrienti come boro, ferro, rame e zinco.

In che modo si possono fornire questi preziosi elementi? Tramite l’utilizzo di compost o letame maturo – in alternativa stallatico e concimi organici in pellets – e, eventualmente, farine di roccia, cenere di legna e macerati di piante, o con concimi minerali di sintesi, come l’urea, il perfosfato e il nitrato di ammonio.

oliveto

Quando si concima l’oliveto?


Il primo intervento veramente importante di concimazione avviene al momento dell’impianto. Dopodiché è un’operazione che va ripetuta almeno una volta l’anno, di solito in autunno.

In che modo si effettua la concimazione?


Il materiale prescelto per la concimazione va posto sulla proiezione della chioma della pianta, in modo che venga intercettato, poi scomposto e assorbito dalle radici sottostanti. Se il terreno è in pendenza, conviene distribuirne la maggior parte a monte delle piante, in modo che con le piogge le sostanze nutritive si distribuiranno uniformemente nel terreno anche a valle.








Acquista i nostri prodotti

Produciamo olio extravergine d'oliva monocultivar, oli aromatizzato, olive da tavola e patè. BUONI, NATURALI, 100% QUALITA' ITALIANA. Nessuna intermediazione industriale, sosteniamo i produttori italiani riconoscendo loro il giusto valore.


Scopri tutti i prodotti
testo banner ita