Conservare l’Olio EVO a casa
E mantenere gusto e sapore

U.N.A.P.OL.

Ci siamo, dopo molte ricerche, degustazioni e dopo esservi informati al meglio avete acquistato il vostro olio extra vergine di oliva italiano e una domanda sorge spontanea: come posso conservare al meglio l’olio di oliva a casa ed evitare che perda le sue qualità organolettiche?

Proviamo a darvi qualche consiglio in merito oggi con questo articolo ma prima di entrare in merito alla fase di conservazione, vale la pena soffermarsi su qualche informazione riguardo la deperibilità dell’olio di oliva.

Dobbiamo tenere presente che un olio extra vergine di oliva di qualità possiede un basso valore di acidità e un elevato contenuto di polifenoli e tocoferoli. Queste sostanze oltre ad essere un toccasana per la nostra salute, aumentano di molto la resistenza al deterioramento facendo in modo che l’olio di oliva mantenga a lungo le sue proprietà nutritive. I polifenoli soprattutto proteggono gli acidi grassi dell’olio andando ad ossidarsi al loro posto.

bottiglia di olio di oliva

Scopri i prodotti La Finezza

Questo ovviamente non significa che non dobbiamo mantenere alcune accortezze nella conservazione del nostro olio evo.

Vediamo come conservare l’olio extra vergine di oliva al meglio


Per prima cosa dobbiamo sempre tenere a mente che i primi nemici dell’olio sono la luce e le alte temperature. Per questo motivo l’olio viene sempre mantenuto in bottiglie di vetro scuro che evitano alla luce di arrivare direttamente al prodotto. Temperature elevate e luce diretta accelerano infatti il processo di irrancidimento e compromettono gli aromi dell’olio di oliva.

Il luogo migliore per conservare l’olio di oliva è quindi un posto fresco e buio con una temperatura al di sotto dei fra i 14 ei 18 gradi centigradi. In generale l’olio evo non ha paura delle basse temperature e può anche tendere alla solidificazione senza perdere le sue qualità nutrizionali. Attenzione però a temperature troppo basse, quando infatti ci si avvicina allo 0 o addirittura si scende, rischiamo di compromettere sapore e qualità.

Per quanto riguarda il contenitore oltre al vetro scuro come abbiamo già ricordato, è possibile utilizzare dei recipienti in latta appositamente trattati e conservarli sempre in luoghi bui, freschi e lontani da prodotti che potrebbero contaminarne i profumi.

Altro nemico dell’olio evo è sicuramente l’ossigeno che ossida gli acidi grassi alterando la composizione chimica del prodotto. Vi consigliamo quindi di evitare contenitori semivuoti e di chiudere bene le vostre bottiglie di olio con tappi appositi che evitino all’ossigeno di entrare.

Meglio evitare anche i contenitori in plastica se non per brevissimi spostamenti. PET e PVC possono rilasciare delle sostanze nocive soprattutto se si tratta di recipienti vecchi o riutilizzati più volte. Inoltre questi contenitori sono quasi sempre trasparenti quindi non adatti alla conservazione dell’olio evo.










Acquista i nostri prodotti

Produciamo olio extravergine d'oliva monocultivar, oli aromatizzato, olive da tavola e patè. BUONI, NATURALI, 100% QUALITA' ITALIANA. Nessuna intermediazione industriale, sosteniamo i produttori italiani riconoscendo loro il giusto valore.


Scopri tutti i prodotti
testo banner ita