Dall'Olio di Oliva ai Semi
I vari tipi di olio

U.N.A.P.OL.

Per noi italiani è quasi scontato, quando si parla di olio, pensare e fare riferimento all’ olio di oliva.
E, anche in questo caso, come abbiamo già visto, non si tratta di un unico olio: abbiamo, infatti, l’olio extravergine di oliva, l’olio vergine di oliva, l’olio di oliva e l’olio di sansa.

Guida all'Olio Extravergine di Oliva

In realtà, la produzione di olio, in Italia e nel mondo è molto varia, di certo non limitata alla sola estrazione dalle olive: a fianco degli oli ottenuti dalla spremitura di queste preziose drupe ne possiamo trovare molti altri, che conosciamo con la definizione generica di oli di semi.

Vediamo di fare una piccola panoramica su questi oli di semi, fra quelli che sono i più conosciuti e apprezzati.

Differenti tipi di oli di semi



semi di lino

Olio di semi di lino


È un olio molto ricco di acidi grassi polinsaturi Omega-3, fra i quali è prevalente l’acido linolenico. Si ossida facilmente, va quindi consumato velocemente e conservato in frigorifero.

Olio di semi di girasole


Questo olio contiene proteine, fenoli, vitamina E, acidi grassi polinsaturi e monoinsaturi, in particolare l’acido oleico, utile per la salute del cuore e viene, infatti, consigliato nella dieta per abbassare il colesterolo.
È resistente e stabile alle alte temperature, per cui spesso si usa per la frittura, in sostituzione dell’olio extravergine di oliva che è molto più caro.

olio di semi di girasole

Olio di semi di zucca


L’olio ricavato dai semi di zucca è ricco di sali minerali, vitamine e acidi grassi essenziali, tra cui prevale il linoleico, dal potere antiossidante e protettore della circolazione sanguigna. Ha un sapore piuttosto intenso, ideale per le insalate e per piatti marinati.

Olio di semi di sesamo


Usato soprattutto nelle ricette di cucina orientale, l’olio di semi di sesamo ha un sapore delicato, adatto per il condimento di verdure e insalate o come ingrediente nella preparazione di dolci.
È ricco di amminoacidi, sali minerali, vitamine e acido oleico e linoleico, per cui è ritenuto efficace contro i radicali liberi e per contrastare i processi degenerativi dell’organismo. Per queste sue proprietà viene utilizzato anche in cosmesi, farmaceutica e anche nella medicina ayurvedica.

Olio di semi di canapa


L’olio di semi di canapa è un buon condimento da utilizzare a crudo su verdure o zuppe. È ricco di acidi grassi Omega-3 e Omega-6, utili per tenere a bada i trigliceridi nel sangue e che gli conferiscono anche proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

semi di canapa

Olio di semi di arachidi


Fra tutti gli oli di semi è quello più utilizzato e adatto per le fritture e uno dei meno sensibili all’irrancidimento. Tra le sue caratteristiche organolettiche spiccano la presenza di acido oleico, vitamina E e sali minerali.

Olio di mandorle dolci


L’olio di mandorle dolci è ricco di acidi grassi, vitamine e sali minerali ed è altamente calorico, per cui va usato con moderazione. È forse più famoso per i suoi usi cosmetici: è infatti ottimo e super-utilizzato per la formulazione di prodotti per pelle e capelli.

Olio di mais


Contiene acido linoleico, acido oleico, betacarotene e vitamina E, tutte sostanze importanti per la salute del cuore. Può essere utilizzato a crudo, per il condimento di insalate, o a caldo per le fritture.

Olio di soia


È molto ricco di acidi grassi polinsaturi e viene utilizzato soprattutto nella cucina orientale e anche in quella vegana.


Acquista i nostri prodotti

Produciamo olio extravergine d'oliva monocultivar, oli aromatizzato, olive da tavola e patè. BUONI, NATURALI, 100% QUALITA' ITALIANA. Nessuna intermediazione industriale, sosteniamo i produttori italiani riconoscendo loro il giusto valore.


Scopri tutti i prodotti
testo banner ita