Una Frittura Perfetta
Il segreto è l'olio extravergine di oliva

U.N.A.P.OL.

Molti detti curiosi dicono che qualsiasi cosa fritta sia buona, persino un foglio di giornale!
Ma effettivamente è difficile dire il contrario, almeno per quanto riguarda le cose commestibili.

Eppure friggere non è un’operazione così facile e scontata, ci vuole, anzi, una giusta preparazione. Come si ottiene una frittura perfetta? Quali sono i segreti per ottenere degli ottimi fritti di verdure, carni, pesce, pasta e persino dolci?
Scopri i nostri cinque segreti per ottenere il miglior fritto di sempre.

1. Scegli l’olio giusto
Ebbene sì: la scelta dell’olio influisce tantissimo sulla riuscita della frittura. Qual è l’olio migliore per friggere? Contrariamente a quanto si pensa, l’olio migliore è quello extravergine di oliva, poiché fra tutti ha il più alto punto di fumo, che è la massima temperatura che può raggiungere un olio prima di iniziare a bruciare e decomporsi, andando a perdere tutti i nutrienti oltre che a formare sostanze tossiche dannose per la salute.

frittura

Sappiamo bene che l’olio extravergine di oliva viene, però, comunemente sostituito, in genere, da quello di arachidi, per via del suo sapore più delicato che non va ad influenzare quello della frittura e per il suo costo più basso.
Ricorda, però, che il fritto di migliore qualità si ottiene con l’olio extravergine di oliva.

2. Utilizza la giusta quantità di olio
Per ottenere una frittura omogenea e fragrante l’olio deve essere tanto da coprire completamente gli alimenti. E poi, se i cibi cuociono ben immersi nell'olio, il fritto risulterà più asciutto e leggero.

3. Attenzione alla temperatura
La temperatura di frittura è molto importante per evitare fritti molli e intrisi di olio. Qual è la temperatura giusta? La temperatura ideale è compresa fra 160 e 180°C. Se possiedi un termometro è facile da rilevare, ma se non ce l’hai, niente paura, esiste un metodo casalingo facilissimo per individuare la giusta temperatura: basta immergere uno stuzzicadenti nell’olio caldo e quando cominciano a comparire delle bollicine intorno allo stuzzicadenti puoi iniziare a friggere.

4. Friggi piccole quantità di alimenti per volta
Friggi pochi pezzi alla volta, perché molti insieme farebbero abbassare troppo la temperatura dell'olio, col risultato che il fritto sarebbe meno croccante e più unto. Anzi, se necessario, una volta immersi gli alimenti, alza un pochino la fiamma per evitare questi spiacevoli sbalzi.

5. Mantieni in caldo il fritto man mano che procedi
Man mano che friggi, tieni il fritto già pronto nel forno caldo ma spento e con lo sportello aperto e non coprirlo mai, per evitare che il vapore lo renda molliccio.


Acquista i nostri prodotti

Produciamo olio extravergine d'oliva monocultivar, oli aromatizzato, olive da tavola e patè. BUONI, NATURALI, 100% QUALITA' ITALIANA. Nessuna intermediazione industriale, sosteniamo i produttori italiani riconoscendo loro il giusto valore.


Scopri tutti i prodotti
testo banner ita